Mussolini in Parlamento europeo: sciacquatevi la bocca! 0

  • 22
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    22
    Shares

Mussolini in Parlamento europeo: “SCIACQUATEVI LA BOCCA!”
Abbiamo parlato la settimana scorsa delle modalità con cui costruire una buona performance durante un intervento pubblico. Questa settimana la Mussolini ci ha offerto un esempio pratico che mostra la coerenza del piano verbale con quello non verbale e paraverbale.
Scopriamo di più:

Per fantapolitico.it l’intervento è senza alcun dubbio vincente, ecco perchè:

 
Dialettica pop: abbandona (dice) il discorso programmato che si presuppone fosse più formale. MA l’argomento è talmente importante che l’On. Mussolini decide di parlare senza canovaccio. Il clima è caldo, il tema bollente. Le emozioni si affollano nei cuori degli italiani per le vicende degli ultimi giorni. Cosa fa? Sfrutta l’ondata emotiva che ha travolto tutti al pensiero dell’#Aquarius, dell’inviso #Macron, dei migranti. In fin dei conti “Basta di insultare l’Italia… eh si bisogna difendere il nostro governo. Io qui sono da italiana e difendo il nostro governo anche se non ne faccio parte”. L’utilizzo di espressioni popolari non è un caso. Qualcuno lo ha definito poco elegante. Possibile. Ma se l’obiettivo era far parlare di sé con un soudbite del genere ci è riuscita senza dubbio.
 

▶Comunicazione paraverbale: avete ascoltato l’intervento?

▪Il tono
▪Il volume
▪Il ritmo
Tutto è coerente con le parole. La loro forza è sottolineata da un ritmo cadenzato che enfatizza le parole giuste, da un tono che rende bene lo spettro di emozioni che vuole trasmettere e un volume che esprime decisione, sicurezza.
 

▶Comunicazione non verbale

▪Il sistema cinestesico:

L’espressività conferita dalla gestualità, dalla mimica facciale. Invia un messaggio chiaro, supporta il discorso, ne rafforza la potenza.
 

  • 22
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    22
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.