Citazioni? Ecco come usarle bene in un discorso 0

  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares

Usare citazioni all’interno di un discorso pubblico può essere un ottimo espediente per concentrare l’attenzione dell’audience sull’argomento che ci interessa mettere in evidenza. Ma perché questo avvenga in maniera davvero efficace occorre osservare alcuni importanti accorgimenti.
Il rischio che più facilmente si corre è quello di dare l’impressione di voler salire sul piedistallo. E se rompiamo la sintonia, quel legame fondamentale che deve tenerci ben saldi ai nostri interlocutori, quello che otterremo è l’effetto contrario di ciò di cui abbiamo bisogno.

Ma come possiamo inserire una citazione in un discorso e fare in modo che il pubblico ne resti davvero incantato?

Ecco qualche consiglio da tenere presente.

  1. Usane poche. Una o due massimo.
    Un discorso ben fatto non ha bisogno di essere troppo lungo.
    Gli interventi al Tedx, ad esempio, sono tra i più affascinanti e seguiti eppure non durano più di 18 minuti.
    In quell’arco di tempo una citazione se usata bene, è sufficiente.
  2.  Inseriscile in un’esperienza personale.
    La citazione deve essere spontanea. Meglio inserirla in un’esperienza personale o un ricordo piuttosto che citare tout-court. Inserirla in un contesto pertinente al discorso aiuta a restare sullo stesso piano del pubblico. È vantaggioso per te che i tuoi interlocutori percepiscano che sei uno di loro. Uno che sente e conosce i loro problemi.
    Puoi raccontare, ad esempio, di quella volta che hai letto Dostoeveskij, di dove eri, di chi ti ha regalato quel libro, di cosa hai provato. Spiega poi perché ti è venuto in mente proprio mentre pensavi al concetto che stai esprimendo.
    Fornisci emozione e motivazione. Ti serviranno a dare lo sprint al tuo discorso.
  3. Non leggere.
    L’effetto è quello di voler salire sul piedistallo senza aver avuto nemmeno l’accortezza di studiare. Favorisci gli atteggiamenti spontanei, funzionano sempre. Allenarsi prima di tenere un discorso, anche di pochi minuti, è fondamentale.
  4. Fai sentire al tuo pubblico che quello che ha scritto Dostoeveskij ti appartiene.
    Lo senti tuo e pertinente alla tua storia.
    Pensa alla frase “Stay hungry, stay foolish” che Steve Jobs ha pronunciato nel suo discorso agli studenti di Stanford nel 2005. Jobs l’aveva letta sulla rivista The Whole Earth Catalog, che lui stesso definisce il “Google cartaceo”. È una citazione, eppure l’abiamo registrata nell’immaginario universale come simbolo significativo di quel discorso e Jobs è diventato per tutti addirittura la fonte di quella citazione.
  5. La citazione deve essere un motivo di riflessione.
    Se il tuo pubblico tornerà a casa con lo stimolo a riflettere avrai fatto centro. La gente mediterà sulle tue parole e sui tuoi ragionamenti anche dopo averti ascoltato. È una terapia a rilascio lento e profondo. Un discorso ben fatto produce un cambiamento sostanziale nel pubblico.
  6. Scendi dal piedistallo.
    “Tizio diceva che…” è quello che direbbe un professore universitario ai suoi studenti. È un modo per prendere le distanze dal tuo pubblico, rompe la sintonia e rovina l’incantesimo. Resta connesso.
    Non usare una citazione per mostrarti sapiente. Fallo per stimolare riflessione e lasciare un segno che possa portare gli ascoltatori all’azione. È il primo passo verso un viaggio di mille miglia.

Oggi molti politici inseriscono citazioni nei loro discorsi.
Vediamo qualche esempio.

Il neo Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha fatto un largo uso di citazioni durante il suo primo discorso al Senato. Puskin, Dostoeveskij, Jonas, Beck, Hillman.

Ricordate il discorso di insediamento di Matteo Renzi al Senato?Citava “Non ho l’età” di Gigliola Cinquetti.

Il matrimonio dell’anno, quello tra Harry e Megan, sarà ricordato anche per il bellissimo discorso del reverendo Curry, che ha citato Martin Luther King.

Se vuoi approfondire altri aspetti del discorso in pubblico potrebbero interessarti anche:
Il discorso di insediamento
Tre tecniche per rompere il ghiacchio
Comunicazione non verbale: quando i gesti dicono più delle parole
Paura di parlare in pubblico: ecco come sconfiggerla


  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.